Come proteggere i bambini dai raggi del sole!

proteggere-i-bambini-dai-raggi-solari-con-mustela

Come proteggere al meglio la delicata pelle dei nostri bimbi dai raggi solari? Lo abbiamo chiesto a Mustela, brand europeo leader nel settore dei prodotti per la cura e l’igiene dell’infanzia!

Estate, vacanze e finalmente allegre giornate sulla spiaggia o sul verde anche con i più piccoli.

Il sole infatti è un alleato prezioso per la salute, anche e soprattutto, dei bambini poiché aiuta l’organismo ad assorbire la Vitamina D, fondamentale per lo sviluppo delle ossa, e perché regala energia e buon umore.

Per godere appieno dei benefici solari però è necessario prestare attenzione ad alcune regole soprattutto per proteggere la pelle estremamente delicata dei più piccoli dal rischio di scottature ed eritemi che possono, in età adulta, dare origine a serie malattie.

Ecco allora un piccolo vademecum per vacanze al sole a misura di bambino.

  • Scegliere la crema. La prima cosa da fare è scegliere un filtro solare indicato per i piccoli. L’ideale è puntare su un fattore di protezione alto, come 50+. Non solo, è importante anche verificare che la crema scelta abbia una formulazione studiata per rispettare la pelle delicata dei bambini. Non deve cioè contenere agenti aggressivi e deve essere dermatologicamente testata per limitare al massimo il rischio di allergie.
  • Come applicare la crema. La crema va applicata sul corpo e sul viso prima di andare in spiaggia o comunque prima di esporre i piccoli al sole. L’applicazione va poi ripetuta ogni 2 ore perché con il passare del tempo diminuisce l’efficacia protettiva. Inoltre meglio stendere la crema anche dopo ogni bagno in mare e anche in caso di filtro resistente all’acqua. Attenzione poi a non lasciarsi ingannare: la crema va usata anche se il cielo è nuvoloso o se il piccolo gioca sotto l’ombrellone perché i raggi possono comunque filtrare, senza contare poi il riverbero dei raggi solari sulla sabbia.
  • Mai nelle ore più calde. Anche con la giusta crema solare, meglio evitare di esporre i bambini al sole nelle ore più calde della giornata, ovvero dalle 11 alle 16, quando i raggi del sole sono più potenti e dunque è maggiore il rischio di scottature e colpi di calore. Per i neonati sotto i 6/7 mesi, poi, meglio limitare comunque l’esposizione diretta al sole.
  • …e in montagna? Se la meta scelta per le vacanze è ad alta quota, non bisogna cadere nell’errore di credere che non si debba mettere la crema solare. In montagna infatti i raggi del sole sono ancora più potenti. Fondamentale dunque applicare sulla pelle dei bambini un filtro ad alta protezione anche durante una gita in montagna.
  • Sempre cappellino e occhiali. Infine, è bene sempre mettere in valigia anche un cappellino per riparare la testa dal sole e un paio di occhiali. Gli occhi dei bimbi infatti sono più sensibili all’azione dei raggi solari poiché ancora in fase di sviluppo. In linea generale fino ai 18 mesi può bastare un cappellino con visiera o a falda larga che protegga anche gli occhi mentre dopo i due anni meglio puntare su un paio di occhiali da sole di buona qualità da indossare insieme a un cappello.

 Per saperne di più, visitate il sito di Mustela, dove troverete tante informazioni utili per la cura della pelle dei vostri bimbi! Buon SOLE a tutti! ☀